Blog: http://tribunagiudiziaria.ilcannocchiale.it

Corigliano: "La felicità è saper volere bene"




Quando si è innamorati si assapora l’eternità. Il Paradiso è relazionale, è il senso di star bene; il Paradiso inizia in questa vita, è lo stare quando si sta a casa. Il laico deve mettere Dio al primo posto. C’è bisogno di laici innamorati con il cuore e con la testa. Le cose vanno viste e testimoniate”. 

Parola di Pippo Corigliano, ingegnere napoletano e grande esperto di comunicazione che è stato per quaranta anni portavoce dell’Opus Dei inItalia, intervenuto qualche tempo fa alla biblioteca del seminario vescovile diCaserta per la presentazione del suo libro “Preferisco il Paradiso”. 

In quellaoccasione Corigliano ha sottolineato che è la follia che ci porta allamorte, che ci porta a dire “no” a Dio. L’aver svoltato le spalle a Dio, questo è peccato. La modalità mondana si sviluppa sulle tre S: sesso, successo e soldi. La via di Dio invece è quella del servizio, del bene”. 

Per Corigliano “lafelicità è saper volere bene, è il primo valore ed è un anticipo dellaResurrezione. Ci vuole la vitamina V che sta per Vangelo; bisogna alimentarsidelle cose di Dio. La morte fa paura ma Gesù ci ha dato una pista. GiovanniPaolo II ci ha insegnato a morire. Il centro dell’uomo non è la ragione che dasola non porta da nessuna parte”. 

“Occorre saper tenere fede – ha rimarcato Corigliano- agli impegni d’amore. Ci vuole fedeltà agli amori giusti: questa è un’anticipazionedel Paradiso. Vivere d’amore non è facile ma questa è la maniera di arrivarebene alla morte”. 

Nella parte conclusiva del suo intervento Corigliano ha affermatoche “l’allegria è l’odore dello Spirito Santo mentre la freddezza è la puzzadel demonio. Il continuo colloquio con Dio dovrebbe essere la vita di uncristiano. La religione è rapporto con Dio. Il cristiano non è uno che ha laverità. La forza del cristiano è sapere di essere debole, di avere bisogno di Dio”. 

                                             Marco Malaspina

                                                                              © Riproduzione riservata

Pubblicato il 9/9/2014 alle 1.30 nella rubrica diario.

Il Cannocchiale, il mondo visto dal web